HIMALAYAN YOGA

Lo stile Prana Vidya Hatha Yoga

“Dal movimento al silenzio interiore”

Lo stile Prana Vidya lavora sulla consapevolezza del prana per comprendere la relazione tra mente e corpo.

L’Hatha yoga viene insegnata come una pratica integrata che include: centratura, rilassamento, corretta respirazione, consapevolezza del respiro, serie di allungamenti che utilizzano movimenti di ghiandole e giunture, asana e ulteriore sviluppo di posture, rilassamenti del corpo sottile, pranayama e meditazione.

Nello stile Prana Vidya, nell’esecuzione delle asana o posture del corpo, l’attenzione non viene data solo alla posizione, ma anche a ciò che si sta sperimentando interiormente, a come il corpo pranico si muove e si esprime. Esiste una sottile osservazione nella mente, che si muove dall’interno verso l’esterno, la capacità di rilassare completamente le parti non attive del corpo e di muovere il prana all’interno di aree in tensione, attraverso la concentrazione e il respiro.

L’Hatha Yoga non è praticato semplicemente come una sequenza di esercizi fisici, ma come un mezzo per “allenare la mente attraverso il corpo e per allenare il corpo tramite la mente”. Durante la pratica ogni movimento è svolto in maniera consapevole accompagnato dall’ascolto del respiro. L’osservazione e l’ascolto del corpo diventano strumenti preziosi di conoscenza e di trasformazione di sé. Attraverso la consapevolezza del respiro e il fluire dell’attenzione si arriva a comprendere meglio la relazione tra mente e corpo, e a ritrovare una perfetta unità interiore.

Hatha yoga, come insegnato da Swami Veda, è anche “un continuum” che coinvolge tutti gli anga del Raja Yoga, il Sentiero Regale, con particolare attenzione al primo Yama, Ahimsa (non violenza).

Durante le sessioni di yoga sono presenti momenti di studio di filosofia e psicologia dello yoga prima della pratica delle asana come parte integrante della pratica.

 “La vita non è un libro scritto da qualcun altro; ogni individuo è autore del manoscritto che egli rappresenta: questa è la vita.” (Swami Rama)

Proprio così: praticare lo yoga in consapevolezza e ascolto, ci porta a connetterci con la nostra parte più profonda. Per diventare autori del nostro esistere. Ma cominciamo con lo sfatare un luogo comune sullo yoga.

Spesso lo yoga è proposto come se fosse una pratica fisica o uno sport agonistico in cui l’abilità acrobatica viene vista come un must assoluto. Lo Yoga  è invece una disciplina antichissima, una scienza completa che si occupa di tutti gli aspetti del nostro essere: corpo, mente e spirito.

La tradizione

La  pratica trae ispirazione dagli insegnamenti e dagli scritti dei Maestri della Tradizione Himalayana: Swami Rama e Swami Veda Bharati. Quello che proponiamo è quindi  uno yoga tradizionale, uno strumento prezioso di conoscenza di sé e di trasformazione interiore. Un nuovo modo di vivere la vita da uno spazio di pace che generi gioia e benessere. Lo Yoga può essere praticato da tutti e a tutte le età. Ogni percorso individuale è uno spazio aperto sulla consapevolezza. Uno splendido viaggio verso il nostro vero sé.

Il significato delle Asana: osservazione e ascolto

Durante la pratica una particolare attenzione viene data alle asana, le posture del corpo, ogni movimento è svolto in maniera consapevole, accompagnato dall’ascolto del respiro. L’osservazione e l’ascolto del corpo diventano strumenti preziosi di conoscenza e di trasformazione di sé. Corpo e mente sono un unico insieme, non c’è separazione ma interezza. Il corpo è una manifestazione delle nostre tensioni e rigidità mentali. Attraverso le asana possiamo arrivare alla mente partendo dal corpo, sciogliendo le tensioni mentali a partire dal piano fisico.  Respirando nella postura, la mente sperimenta stabilità, calma e concentrazione.

Un viaggio consapevole dentro di noi

Lo yoga è un viaggio meraviglioso compiuto all’interno di noi stessi, di espansione della nostra consapevolezza.

Ci porta in contatto con la nostra forza interiore, la nostra saggezza e ci fa scoprire che tutto è già dentro di noi. Portandoci in connessione profonda con noi stessi ci fa anche scoprire di essere in perfetta unione con l’Universo e ci fa sentire parte di esso.

A cosa serve la pratica dello Yoga?

La pratica diventa un’utile supporto per affrontare e superare le nostre piccole e grandi tensioni e ci aiuta a sviluppare una relazione profonda con noi stessi e gli altri, imparando ad accogliere i cambiamenti e a ritrovare il giusto equilibrio fisico migliorando la resistenza alla fatica, portando un’ondata di benefica energia.

La mente diventa più lucida, creativa, intuitiva.

Annunci